IL CREDENZAGROUP alle NITTO ATP FINALS

La nostra presenza alle NITTO ATP FINALS, un’esperienza incredibile. Una sfida che ha messo in campo le grandi doti organizzative e l’impeccabile conduzione della cucina di un gruppo di ristorazione

ATP FINALS, Ibrahimovic alle cene gourmet firmate La Credenza al Pala Alpitour

La nostra brigata si è trasferita ed ha incontrato un ospite d’eccezione. Leggi articolo completo Credits: Alberto Dolfin

La stella verde Michelin di CASA FORMAT

Igor Macchia, la stella verde di Orbassano con il progetto Casa Format, sei anni fa ha fatto della sostenibilità il suo mantra prima ancora che questa best practise diventasse tendenza.

La Credenza premiata dalla guida Il Golosario

Anche nell’edizione 2022 il Ristorante La Credenza si aggiudica la Corona Radiosa de Il Golosario – Ristoranti del Gatti Massobrio Un riconoscimento graditissimo che premia la capacità di rispondere con

CASA FORMAT è tra i migliori ristoranti d’Italia

A decretarlo la “50 Top Italy – I migliori ristoranti italiani 2022”, la guida sui migliori ristoranti gourmet del Paese firmata da LSDM e dalla testata giornalistica gastronomica Luciano Pignataro

La carta dei desserts de La Credenza a San Maurizio Canavese

Complimenti a Chiara Patracchini per essere stata selezionata tra le migliori Pastry Chef 2021, nel “Best of – 50 carte dei desserts” da Dolcesalato, la prima rivista d’opinione per la pasticceria,

CREDENZA GROUP sceglie l’impegno per l’ambiente

CREDENZA GROUP, è lieta di presentare la partnership con distillerie BERTA, azienda famigliare del Monferrato, che produce grappa da quattro generazioni. Nella splendida cornice delle colline del Monferrato, patrimonio Unesco,

GAMBERO ROSSO svela i segreti dei migliori pasty chef italiani.

Il mensile di giugno, in edicola dal 28 maggio, dedica la copertina al mestiere del pastry chef. A partire da un interrogativo mai del tutto chiarito: in cosa consiste, esattamente,

PRANZO A MILLE, cuochi di speranza.

L’iniziativa del Banco Alimentare del Piemonte si trasforma in modalità delivery. Decine di cuochi torinesi si metteranno ai fornelli l’11 aprile per offrire un pranzo domenicale a 1.000 persone indigenti.